Una tapparella di troppo

Quando viaggio o mi trovo in una situazione diversa da quella abituale, mi piace osservare le persone, soprattutto nelle loro differenze di comportamento.
Devo però ammettere che sono meno incline nell’ osservare l’ambiente che mi circonda fatto di cose.

Così nonostante ho vissuto in Giappone per un bel periodo, mi sono accorto solo poco fa che l’utilizzo delle tapparelle e delle persiane fa parte della nostra cultura e non sicuramente di quella giapponese.

Cosa può avermi causato una così “profonda” riflessione?

Tempo fa mentre mi stavo svegliando, sento dei rumori strani provenire dalla sala, come se qualcuno stava cercando di scassinare la tapparella per poter entrare. Insospettito del rumore mi accingo quatto quatto a vedere che diavolo stava succedendo. Appena girato l’angolo (ero realmente preoccupato) mi vedo con grande sorpresa, Shin, un mio caro amico giapponese (ogni tanto compare negli articoli del blog) , venuto a trovarmi dal Giappone, aggrappato alla tapparella della sala nel tentativo di aprirla per poter andare sul balcone a prendersi una boccata d’aria.
Per un po’ sono rimasto ad osservarlo in silenzio, perché inizialmente non capivo davvero che voleva fare. Immaginatevi di vedere appena alzato una persona che si contorce nel tentativo di sollevare una tapparella prendendola con le mani per spingerla dal basso verso l’alto. Dopo essermi stropicciato per bene gli occhi, ho trovato corretto far notare che noi italiani non siamo tecnologici come loro, ma con un po’ di buona manualità (come tirare la cinghia di una tapparella posta al lato della finestra) si possono ottenere ugualmente risultati meravigliosi…

E così scopro, mio malgrado, di non essere un buon osservatore visto che nel tempo trascorso in Giappone, non mi sono mai accorto di questa differenza. Infatti solo dopo quel momento ho focalizzato l’utilizzo della doppia tenda nella casa di Tokyo: chiara per il giorno e scura per la notte.

Perché non si usano? Mah a dire il vero non ne sono sicurissimo, probabilmente ci sono case (magari in campagna) dove si trovano come da noi tapparelle o persiane, ma sicuramente non sono di uso comune. Hiromi sostiene che sono maledettamente scomode rispetto alle tende.
Non so quanto possa interessare questo argomento, però se ci pensiamo bene sono quei particolari che caratterizzano il paesaggio.
Ricordo da bambino quante volte disegnavo le case con il tetto triangolare e non mancavano mai le persiane verdi un po’ aperte un po’ chiuse.
Con tutta probabilità i bimbi giapponesi saranno orientati su altri tipi di paesaggi… ma volete mettere la gioia di crescere disegnando i nostri paeselli di montagna?

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in Italy against Japan. Contrassegna il permalink.

5 risposte a Una tapparella di troppo

  1. Tommaso ha detto:

    Questo, non me lo sarei aspettato. Per me è la scoperta di queste piccole differenze a rendere affascinante la scoperta delle altre culture. Per me una delle cose più sorprendenti è stata scoprire che nei paesi che ho visto i pasti non sono strutturati in “primo” e “secondo”, per esempio, o, durante un viaggio in Brasile, vedere che l’acqua dello sciaquone nell’emisfero sud gira effettivamente in senso opposto rispetto a qui 😛

  2. Roberto ha detto:

    Io questa differenza l’ho notata abbastanza in frett avendo vissuto in Giappone per 2 anni. Però proprio come te non ci ho proprio dato peso. Adesso che leggo questo post capisco molte cose. Penso che le tapparelle in minima parte abbiano anche una funziona protettiva della finestra da chi vi è all’esterno, in giappone non si pongono il problema come bene sai, dall’altra penso abbia proprio una sua storia edile di cui sono molto ignorante.

  3. Valerio ha detto:

    ieri notte non potevo dormire e mi sono riletto il tuo blog di quando stavi in Giappone….sei un grande!!!! ridevo da solo…..veramente ci vorrebbe un libro…..grande…un saluto e un abbraccio ad Hiromi san…..Valerio

  4. carbonella ha detto:

    Che stranezze.. effettivamente visionando diversi dorama e film non ho mai notato una sola tapparella.. ricordo però il particolare delle persone che si affacciavano da dietro una tenda e poi la tiravano per scomparire in modo drammatico alla vista del protagonista! Beh, pensa al lato migliore della cosa: se ti farai installare le tapparelle in una casa in Giappone i possibili ladri saranno scoraggiati in partenza!!! Bel blog, mi da tante speranze.. chissà, magari un giorno incontrerò anch’io un baldo Giapponese..

  5. Teo ha detto:

    Ciao Ragazzi, vi ringrazio per aver commentato ancora sul blog. Ovviamente una volta per me era più semplice raccontare ciò che mi capitava in giappone nel momento in cui lo vivevo, ora è più complicato si vive di ricordi anche se sono ancora molto vivi.

    Grazie ancora!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...