Un incontro “troppo” ravvicinato

Ricordo che per la finale mondiale dell’Italia, proprio alla vigilia della partita decisi che dovevo ritornare assolutamente in patria per vederla. Così la mattina seguente presi il primo aereo (con Hiromi che mi seguiva con il “mattarello” mentre uscivo di casa) e arrivai giusto in tempo per la vittoria degli azzurri.
Le cose ora si sono invertite, la finale si trovava in Giappone ed io mi trovavo in Italia.
Come dice un mio caro amico, in entrambi i casi ho portato bene, però sarà dura
mantenerlo in futuro (almeno che l’associazione calcio italiana non decida di contribuire eh eh).

img_4400.jpg

Tutto bello dicevo, come scritto nel post precedente (che diventa in realtà questo, per non rendere troppo dispersivo il blog), ho pure incontrato i giocatori di sfuggita come si vede nella foto con Seedorf (simpatici e disponibilissimi su tutti proprio Seedorf, sarà l’aria del Giappone?).
Come ho fatto? Niente di trascendentale, diciamo che se sei un po’ deciso non è difficilissimo eludere i blocchi dei giapponesi dove non ci siano regole rigide e definite come all’ingresso di un Hotel (il solito italianaccio…e mentre io “sguazzavo” libero tra i giocatori, una folla di giapponesi stava assolutamente composta dietro i nastri rossi… cazzarola se m’impegnavo di più penso potevo firmare anche qualche autografo ah ah).

Tutto bello ma una delle mie la dovevo proprio combinare.

Festeggiare? Forse meglio di no!
Dopo la partita e festeggiamenti vari all’interno dello stadio, infreddolito come non mai, decido di rientrare a casa con Danilo (compagno di sventure venuto dall’Italia in questi giorni) e il papà di Hiromi (incredibile che all’uscita dello stadio le persone di servizio dicevano a tutti i tifosi arigatoo gozaimasu –grazie mille – con inchino, a questa mandria di balordi milanisti –me compreso eh eh- ve lo immaginate nei nostri stadi?).
Ad un certo punto, quando ormai lo stadio era alle spalle, sento i cori di un bel gruppo di tifosi davanti allo stadio, all’indirizzo dei benamati “cugini”.
Non resistendo all’impulso di unirmi, decido di tornare indietro da solo. Visto che la strada principale era molto intasata dalla gente che stava andando via, per far prima, decido di prende una secondaria semi deserta che aggirava lo stadio. Corro veloce (panza permettendo) per unirmi il più presto ai cori. Quando, appena girato un angolo in un vicolo semibuio, mi trovo davanti un gruppo molto folto di “persone a testa bassa”…. Chi saranno mai??

Ora vi chiedo, quale puo’ essere la cosa più disgraziata per un tifoso, oltre che vedere la propria squadra perdere una finale?!
Trovarsi improvvisamente IN MEZZO e DA SOLO, in una stradina semi deserta, NEGLI ULTRA’ DELLA SQUADRA AVVERSARIA che hanno PERSO la FINALE!
E si avete capito bene, stavo correndo come un scemo e improvvisamente mi trovo dentro a sto muro giallo blu di ultrà… che faccio? CONTINUO A CORRERE E ANCORA PIU’ FORTE!

Praticamente loro sono stati colti di sorpresa quanto me. Infatti la mia fortuna è stata che non mi sono fermato, ma sono passato diritto in mezzo a tutta velocità (ok ok si fa per dire eh eh). Mi ha salvato l’effetto domino: praticamente ora che alzavano la testa e si accorgevano che un “povero stupido milanista” era passato davanti a loro, diventava troppo tardi!
Ho solo preso di striscio un tamburo (quello che si è sentito per tutta la partita… che onore!) e qualche tentativo “velleitario” di prendere la mia sciarpa colorata ahimè rossonera (a dire il vero ho visto anche qualche mano aperta alzata sopra di me…fiuuu).

Fortuna vuole, che grazie a Kaka’, erano troppo depressi e stanchi per rincorrermi.

seedorf2.jpg

Se volete, potete guardare qualche foto qui:
Finale a Tokyo

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Non solo Japan. Contrassegna il permalink.

7 risposte a Un incontro “troppo” ravvicinato

  1. matteosan ha detto:

    Bene Teo,
    allora ci vediamo o no… sarò lì il 18 alle 11 (intendo Tokyo, aeroporto internazionale). Poi sul treno per la mia città tra Tokyo e Yokohama. La mia Mail l’hai già.
    Attendo notizie.
    PS: FORZA MILAN SEMPRE ED OVUNQUE!!!

  2. Valerio ha detto:

    FORZA NAPOLI!!!!!!! divertiti…..ci sentiamo prima di Natale….un abbraccio..Valerio

  3. Teo ha detto:

    ciao matteo!
    scusami ma non sono tanto attivo sul blog, vieni il 18 allora?
    fammi sapere quando sei qui e attivo che sicuramente ci possiamo incontrare!

    Valerio!
    si si forza napoli!
    eh eh

  4. Tommy ha detto:

    Grandissimo! si si di sicuro amatoriale.

  5. matteosan7 ha detto:

    ciao sono matteosan7,
    domani sono a tokyo per problema con carta credito. prenderò anche una scheda locale, poi ti vorrei passare il numero. mandami una email. Qui non ho salvato l’avatar e forse la vecchia email.
    fammi sapere
    mata ne
    matteo

  6. aly ha detto:

    grande teo! sei entrato nel sogno!

  7. matteosan7 ha detto:

    Ciao Teo,
    Parti il 29? e l’ho leggo solo ieri… ed è definitivo? perchè?
    scrivimi appena pui sul blog!
    un saluto e…
    forza Milan
    buon oshingatsu
    matteosan7 (ex matteosan)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...