Ora di permesso sul lavoro

Novità: ho portato a termine il mio lavoro in Giappone. Infatti con settimana scorsa ho finito la mia attività lavorativa qui, nella famosa azienda “delle mille riunioni”.
Ora si torna ancora un pochetto in Italia per una boccata d’ossigeno (dal 18 marzo circa) e poi si vedrà.
La lingua è un bel ostacolo, piano piano sta migliorando ma per utilizzarla sul lavoro ci vuole ben altro.

Perché ho rinunciato? Sono successe tante cose, ma diciamo che per fare qualcosa di serio, dovevo dare una disponibilità di almeno 3 anni e non è uno scherzo un tale passo. Poi sinceramente anche Hiromi non ha intenzione di fermarsi così a lungo a Tokyo.

Il Giappone è mondo molto particolare e soprattutto nel lavoro si affrontano le vere differenze culturali. Il modo di porsi verso i tuoi superiori e colleghi dev’essere attento anche quando si tratta di dover fare un brindisi, altrimenti rischi di toccare sensibilmente la loro suscettibilità.

Nonostante tutto penso di essere stato molto fortunato di aver potuto vivere una simile esperienza.

Problema Visto

Settimana scorsa ho lavorato presso una sede dell’ Hitachi.
Un lavoro abbastanza semplice, visto che dovevo configurare un centinaio di computer sparsi nei vari settori dell’azienda.
Mi sentivo più libero visto che ormai la decisione era stata già presa.

Un fatto particolare che è successo è stato quando ho dovuto chiedere un ora di permesso.
Infatti per colpa del mio visto, che scadeva proprio in questi giorni, ho dovuto chiedere un un po’ più di un oretta libera nel pomeriggio. Ingenuamente pensavamo che Hiromi si potesse occupare della faccenda, ma ovviamente avevano bisogno di vedere il mio “bel” faccione anche nella consegna dei documenti.

Il lavoro stava procedendo molto bene ed ero in anticipo di 2 giorni rispetto alla tabella di marcia. Anche quelli dell’Hitachi erano rimasti sorpresi da come un “italiano” potesse lavorare velocemente.
Beh il visto è una cosa seria, ma in Giappone il lavoro viene prima di tutto, in alcuni casi persino prima della famiglia.

Dovevo avvertire il mio collega della necessità del permesso.
Un classico giapponese. Infatti con la sua meticolosità ossessiva mi stava facendo diventare pazzo. Continuava a rallentare il lavoro per qualsiasi stupidata. Controlli su controlli, un angoscia.

Visto che comunque lui doveva essere il mio responsabile lo informo che ho bisogno di questa oretta di permesso. L’avessi mai fatto!
Si è paralizzato come se avesse visto un omicidio in diretta.
Con gli occhi completamente sbarrati e la bocca semi aperta, mi dice ” are you kidding?!” (stai scherzando?).
Io rispondo che il lavoro è anni luce avanti e che il cliente sembra molto contento di come vanno le cose.
“you are crazy!” questa è stata la sua risposta, dopodiché ha iniziato a fare mille chiamate andando avanti indietro per lo stabilimento come un forsennato.
Io ho ignorato tutto questo e sono andato avanti con il mio lavoro, solo dopo che mi ha dato del “crazy” per la terza volta gli ho risposto gentilmente di non farsi “troppe menate mentali” che non c’era nulla per avere una simile reazione. Offesissimo per la risposta secca non mi ha parlato per 3 giorni facendo il classico “muso da offeso giapponese”.
Non fraintendete, fossimo stati in sede non ci sarebbero stati problemi per il permesso, ma eravamo presso l’Hitachi e qui il cliente è visto come una sorta di divinità.

Alla fine dopo una mattina a fare il pazzo, il mio collega deve chiedere al responsabile dell’Hitachi (il sistemista) del mio permesso. Io ero presente ed è andata più o meno così: “mi scusi, ma purtroppo abbiamo un inconveniente con uno dei nostri collaboratori (bla bla bla bla). Ha avuto dei seri problemi con il rilascio di alcuni documenti ….(e bla bla bla bla)… quindi il mio collega avrebbe bisogno di 1 ora di permesso per rinnovare il Visto (scuse varie bla bla bla…..)”.
Risposta del sistemista. “assolutamente nessun problema.”

Tornato dal permesso, il mio collega mi ha accusato pure di non aver chiesto scusa, con tutti i vari “rituali”, agli altri colleghi che hanno dovuto fare a meno della mia presenza per quell’oretta.
In Italia, al contrario, sarebbero stati tutti molto contenti della mia assenza!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in About Japan, Io e il lavoro. Contrassegna il permalink.

24 risposte a Ora di permesso sul lavoro

  1. Morena ha detto:

    Questo e’ il lato piu’ difficile per noi poveri stranieri qui…
    Che esperienza allucinante!!!

  2. Sciura Pina ha detto:

    Più leggo i tuoi post e più mi convinco che il giappone è proprio un mondo a parte
    Sciura Pina

  3. Teo ha detto:

    Non prendetela così! non volevo darvi un’idea così negativa. Per gli altri colleghi ad esempio non c’era nulla di così strano. Pensate che successivamente questo collega (cmq persona bravissima che ha cercato sempre di aiutarmi) ha fatto delle menate spaziali sul comportamento persino dei capi, che come mi hanno sempre dimostrato, sono un po’ più occidentalizzati rispetto a quest’ultimo.

    Lui rappresenta un po’ l’idea che abbiamo dei giapponesi sul lavoro, ma non generalizziamo eccessivamente. Pensate che dopo che ci siamo scambiati 4 o 5 mail per chiarirci mi ha portato fuori a mangiare e ha pagato 30.000yen (210 euro) UNA CENA!!

    Sciura Pina, pensa che il post inizialmente lo avevo chiamato “UN MONDO DIVERSO”

    Morena tu si che sei in un mondo completamente oscuro a tutti noi! come va lassù ???????!!!

  4. Roberto ha detto:

    AHAHAHAHAH grabnde teo.Immagino la scena quando glia vrai detto di non farsi troppe menate!!
    LoooooL!
    Ricorda:Shigoto!!Shigoto!!Shigoto!!!
    ma soprattuto:
    仕事 いい ですね!!! XD XD XD
    Scherzoo!!
    ps:mi sa che ho scritto na cagata…!! XD

  5. Senpai ha detto:

    eh eh sarebbe troppo anche per me! non sono pronto per il lavoro in Giappone se è così!
    Comincio a fare il turista e poi si vedrà 🙂

  6. Morena ha detto:

    Allora alla fine si e’ risolto tutto alla grande!!!
    Non sono poi cosi’ cattivi…

    Quassu’ fa freddoooooo!!!!Si gelaaaaa!!!
    A parte questo tutto ok….ma sai…la suocera e’ la suocera!
    Ci vuole taaaaanta pazienza!

  7. Cey ha detto:

    Mi fa paura tutto questo! Per fortuna che sono quì solo per turismo altrimenti mi ucciderebbero °_°
    Il tuo post sui pulotti giappici è esilarante.

  8. Düsseldorfer ha detto:

    Credo che se dovessi venire a lavorare li, lo farei solo per uno stipendio da infarto (in senso di altissimo) e per una azienda europea, come trasfertista! 😀

  9. Tommy ha detto:

    Hai usato delle frasi come se stessi lasciando il Giappone. Ci sono novità?

  10. Valerio ha detto:

    Un saluto da Roma!
    Leggerti è sempre un piacere ed un divertimento 😉

    Ciaoooo
    Valerio (quello di hattrick 😉 )

  11. lele ha detto:

    Japaneses are realy crazy! it’s unbelievable!!!…
    è pensare che io me ne entro alle 10, me ne esco anche prima del dovuto, e pur lavorando per una azienda non ti dicono nulla!
    io, lì in jappone, sarei fortemente in crisi!
    ah! dimenticavo, il tuo (ex) collega ma mandalo a c.g.r.!

    ciao lele

  12. valerio ha detto:

    ma che fine hai fatto????parlai con Hiromi prima di rientare in Italia…..fammi sapere cpme vanno le cose…a maggio sono ancora a Tokyo

  13. Batsceba ha detto:

    ti ho scoperto ora, leggo affascinata questa tua esperienza. conosco il giappone solo attraverso amici giapponesi con cui ho fatto l’università, amici che hanno lavorato lì e i romanzieri…
    tornerò a leggerti
    buon tutto

  14. Sakumi ha detto:

    Ciao Teo!! Come stai? Dal quel che ho capito non pensi di restare molto a Tokyo…e dove ti trasferisci? Torni in Italia? Un abbraccio, a presto!

  15. Düsseldorfer ha detto:

    Ciao Teo, come va? Tutto ok? 😀

  16. lele ha detto:

    TEO!!!!! WHERE YOU STAND!?!?!? you’re disappered entirely… but I know – as it were – you are coming in Italy… it’s true!?!…tell me your news desaparesidos!!!!!!

  17. rounin ha detto:

    Ciao Teo, tutto bene?
    Un salutone.

    P.S. Per coloro che non l’avessero ancora visto, vi consiglio di andare al seguente link:

  18. Lancer ha detto:

    E’ stupendo, quella serie di video satirici è meravigliosa XD (anche se c’è chi li prende sul serio..)

  19. niko ha detto:

    il problema e’ tokyo
    prova a spostarti piu a sud
    qui le persone sono piu “normali” ehehhehe

  20. Teo ha detto:

    sei sicuro? io ho sentito che ad osaka è ancora peggio!

  21. niko ha detto:

    io sono a Matsuyama in shikoku
    Un posticino country side
    cmq io sono pienamente d’accordo sulle cose che hai scritto,
    una visione reale del giappone,almeno
    non tutti pensano che qua sia tutto bello…
    per non parlare delle cose ke gli girano per la testa… l’essere negativo…ect…
    eheheheheheh non parlo piu’ 🙂

  22. LeananSidhe ha detto:

    Beato te…
    io lavoro nella grande, modernissima, civilissima Milano e neanche chiedendo e implorando mi danno permessi o ferie…
    E se me li danno ci sono ritorsioni trasversali di entità apocalittiche…
    Mi viene quasi da piangere…

  23. Anonimo ha detto:

    il mio nome e^ massimo sto cercando lavoro in japan, io sono un ottimo pizzaiolo ma sto avendo difficolta , gli italiani che hannno le pizzeria qui in japan non vogliono altri italiani , qualcuno potrebbe aiutarmi per ottenere il visto di lavoro ?
    io alloggio a taito-ku minami senju
    fatemi sapere per favore …..
    non e^ giusto altri italiani hanno avuto la possibilita^ , io sono italiano….

  24. amosgitai ha detto:

    Il Giappone è sempre pieno di sorprese e di insegnamenti. Sarà un mondo a parte, a spesso penso che mi piacerebbe far parte di quel mondo.
    Il mio blog sul cinema e viaggi: sei invitato!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...