La folla in Giappone

La mattina la folla in Giappone è molto particolare.
Ordinata, rispettosa dello spazio altrui, silenziosa (non si sentono cellulari, ne persone parlare ad alta voce). Tutti concentrati nell’avviarsi verso il proprio luogo di lavoro.
In particolare nelle stazioni delle metropolitane si sente quasi solo il battere delle suole delle scarpe e le voci degli altoparlanti che segnalano l’arrivo dei treni.

All’interno dei vagoni, c’è chi dorme (anche in piedi se non c’è posto), chi usa il cellulare, chi legge quegli strani segnettini sui libri o sui giornali, chi ascolta musica, chi gioca con la consol gettonatissima della Nintendo e chi come me guarda tutto questo con estremo interesse.
E’ vero, i giapponesi sono particolarmente attenti e rispettosi dello spazio altrui. Appena ti sfiorano scatta subito un “sumimasen”(mi scusi) educatissimo.

Ma anche loro hanno un momento dove si possono lasciare andare. Infatti nelle ore di punta, la folla raggiunge un punto di rottura tale, che lo spazio altrui non può più essere “rispettato” e tutto va a farsi benedire. È a questo punto che il giapponese si lascia andare finalmente al gioioso e liberatorio sfogo del “POGO”.
Pogo? Si l’arte del POGARE tanto amata dai fan metal. In Giappone è consentito SOLO nelle stazioni dei treni negli orari di punta. Infatti anche il mio amico Valerio dice:” quando si aprono le porte del treno…non si guarda in faccia a nessuno…vecchi.. bambini…invalidi…e’una corsa per accaparrarsi il posto e schiacciare una mezz’oretta di sonno.”

Alcuni, magari i più piccoletti, li vedi proprio che si preparano e concentratissimi con il coltello tra i denti si buttano come kamikaze in mezzo alla ressa. Anche se poi soccombono miseramente inghiotti dalla folla trascinati chissà dove.

Purtroppo, per la parte femminile, nelle ore di punta non c’è solo il problema della folla. Infatti c’è chi se ne approfitta della confusione e la folla diventa un utile alleato per i maniaci della mano morta. Per risolvere questo problema su certe linee, hanno dovuto predisporre dei vagoni dedicati solo alle signore.

Una cosa che mi chiedo spesso è come fanno, in mezzo a tutto sto casino, ad avere le scarpe sempre così lucide?? Avranno mica inventato qualche strano meccanismo nascosto nelle scarpe??!
Dando nuovamente un’occhiata alle famosissime invenzioni giapponesi potrebbe anche starci un “tergiscarpe” nascosto nelle calzature!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in About Japan. Contrassegna il permalink.

21 risposte a La folla in Giappone

  1. Valerio ha detto:

    Grazie per la citazione….quando il tuo blog diverra’ un best seller e guadagnerai molti soldini ricordati di me…

  2. Sciura Pina ha detto:

    Attenzione
    Catena di sant’Antonio in agguato
    🙂
    Sciura Pina

  3. Chiara ha detto:

    CASPITA!!!pensa se anche in Italia fosse così….niente urla e parolacce nel taffico,niente spintoni nelle vie affollate,niente gentili pestaggi dei piedi.
    Ahh fantastico…ti invidio tanto!!!

  4. Gama ha detto:

    Ricordo i tempi dell’uni a Milano: il mio corpo in stazione in quel di Novara per prendere il treno delle 7 ma la mia mente ancora nel letto intenta a mandarmi sms per schernirmi. Ed era lì, dove la vita non aveva senso di esistere, dove tutte le funzioni vitali dei presenti erano annullate, che appariva la sciura logorroica che continua a parlare fino a quando non ha qualcosa da dire. Quella signora cattivissima che deve salire per prima sul treno e prende a spallate chiunque. Poi si schianta contro di me… vabbè, troppo sonno per rispondere.

    Così anche il giorno dopo. Il giorno dopo ancora. E quello ancora dopo….

    Poi basta.

    Si parlava di metallari e pogo? Beh, la sciura da quel giorno è sempre rimasta tranquilla in attesa che gli altri salissero, io non ho fatto nulla: ho solo aspettato che arrivasse in “posa pogo”, la sciura si è schiantata ed è rimbalzata indietro come il mio cuginetto di 6 anni che salta contro il divano. 😀

    Non è poi così lontano il Giappone dopotutto. 🙂

    Gama

  5. Sciura Pina ha detto:

    L’unica consolazione di lavorare a 100 metri da casa consiste nel sottrarsi al quotidiano “pogo” di autobus e metro.
    Essendo un tipo mite ho viaggiato per lunghissimi anni in piedi…
    😉
    Sciura Pina

  6. Teo ha detto:

    Eccomi! ancora il week-end senza internet.. ed è stato un week-end lungo visto che ieri era festa nazionale qui in giappone.

    Valerio, figurati, dovere… e fate attenzione “ovvoi” che mi scrivete 🙂

    Beh Chiara ogni tanto mi piacerebbe poter sfogarmi con una bella parolaccia.. peccato che nessuno mi capirebbe..

    Gama ah ah ah
    quanto ti capisco.. beh qui quelle situazioni sono improbabili. Non parla nessuno!!!!

    Scura Pina, ma no, bello un po’ di pogo al mattino, tutta salute!!
    😉

  7. Roberto ha detto:

    Lool!Pensa che quando sono andato io (era un martedi sera) abbiamo visto persino un trappettone in metro a Tokyo! XD XD XD Indovina dove stavamo andando?Roppongi naturalmente! XD XD
    “Sumimasen”?Ma non era “Gomennasai”?
    Buona giornata Teo!

  8. Morgan ha detto:

    Ciao, vengo a portarti un caro saluto dopo tanto tempo. Spero che tu stia bene.

    Morgan (quello di Goccia Cotidiana, ora con un nuovo blog)

  9. Teo ha detto:

    Allora Roberto? confermi la partenza per Agosto?

  10. Düsseldorfer ha detto:

    ahahah sono fuori, nulla da ridire! 😀
    Quella dei vagoni di sole donne l’ho già sentita …deve essere una figata entrare di corsa li dentro! 😛

  11. Roberto ha detto:

    Sssiiii penso da metà luglio a metà agosto spero di stare un mesetto!Poi ti faccio sapere in dettaglio!!Potresti dire a hiromi di tenere pronta qualche amica libera? XD XD XD
    Ovviamente neanche te ti salvi,si aprirà la gara di bevuta e rutto libero all’italiana cosi facciamo vedere a sti giapponesi come sono veramente gli italiani XD XD XD
    Bella Teoooo!!

  12. Airel ha detto:

    Anonimi disperati questi giapponesi… magari cercano un contatto umano nella rissa metropolitana. Ciao, ti ho linkato con vero piacere, ottimo blog.

  13. rounin ha detto:

    Poi mi dovresti spiegare (perche’ io non l’ho ancora capito) come fanno i giapponesi ad addormentarsi in treno/metropolitana e a svegliarsi in tempo per scendere alla loro fermata.
    A me e’ successo ma guarda caso ho mancato alla grande la mia fermata.
    Devono avere un timer interno.

  14. Alex ha detto:

    ciao teoooooooo indovina chi sono
    ti aiuto c

  15. Teo ha detto:

    Ragazzi sono mancanto un po’! ogni tanto mi eclisso.. va beh

    mamma mia raga periodo un po’ movimentato e ci sono novità che presto vi farò sapere!

    Alex??! c… c… c… c.. eeeeeee ciuuuu!
    mmmm… chi diavolo sei’????

    rounin: come si fanno a svegliare in tempo? e chi ti ha detto che si svegliano in tempo?
    sono solo bravi a non farlo notare!

    Ariel, qui a tokyo è così la vita.. lavoro lavoro e lavoro. Ma con la giusta calma pero’… grazie per i complimenti appena mi metto di nuovo “in piedi” ricambio!

    Roberto: ah ah ah .. allora all fine hai deciso per una vacanza meno impegnativa, hai fatto bene, prima meglio rendersi conto di com’e’ la vita da queste parti

    Duss! ahahah vieni che ci proviamo insieme!

  16. Alex ha detto:

    Teo
    sono Cubo
    come stai Mattoooooooooooo

  17. Roberto ha detto:

    nono che meno impegnativa voglio cmq provare se riesco a trovare uno straccio di lavoro resto XD XD XD

  18. Teo ha detto:

    CUBO!!!
    ma che sorpresona!
    e come stai?! piacere di averti sul mio blog!
    di me saprai tutto di te non so nulla, che fine hai fatto?!

    Roberto, bene! vieni senza grossi impegni e se hai una botta di culo resti..ma ti ricordo che non puoi cambiare il visto turistico in quello per il lavoro qui in giappone…in ogni caso per farlo devi ritornare in Italia!
    dai non piangere :))

  19. by sere ha detto:

    ciao Morgan!!

  20. Roberto ha detto:

    si teo lo so .non ho nessun problema a tornare in italia!dai spero ti iincontrarti quest’estate sei troppo simpatico!

  21. Pingback: Be Water « Teo… BANZAI!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...