Un capodanno in Giappone

Dopo aver trascorso il natale in Italia, vivevo la stessa festa corrispondente per i giapponesi: il capodanno

Capodanno come natale
Appena ritornato dall’Italia come primissima meta sono andato ad Hiroshima a trovare i parenti di Hiromi per festeggiare la festa giapponese più importante: il capodanno.

Dovete sapere che il capodanno corrisponde un po’ al nostro Natale. La famiglia si ritrova e si sta tutti insieme.
Beh devo dire subito che mentre noi in queste feste pensiamo solo ed esclusivamente a mangiare, i giapponesi si danno da fare immancabilmente facendo qualcosa: pulire la casa.
Più volte hanno cercato invano a coinvolgermi, ma come sapete noi italiani, nei periodi di festa, abbiamo una lenta lenta digestione… quindi assolutamente niente sforzi!

A parte gli scherzi per loro è un momento davvero importante: pulire la casa significa buttare via tutto quello di brutto del vecchio anno per ripartire belli puri con il nuovo.

Invece un’ usanza che ho apprezzato molto, prima di mezzanotte si mangia il SOBA, un tipo di spaghetti giapponesi, dal gusto molto delicato e particolare.
(ovviamente non siate sempliciotti da confonderla con la classica spaghettata italiana di mezzanotte)

Al tempio: Banzai!
Per chi segue una religione si va anche a pregare al tempio (un po’ come la nostra messa di mezzanotte). Ci sono stato pure io.
Non era proprio un tempio ma più che altro un grande salone con un altare (almeno a me sembrava così).
Naturalmente si entra tutti senza scarpe, ma non è un ambiente cupo che t’intimorisce come probabilmente nelle nostre chiese. Qui sono tutti sorridenti e felici di stare insieme. Si prega in allegria e neppure tanto composti, infatti c’è anche un po’ di caos e confusione che ti permette di sentirti completamente a tuo agio.
Per pregare si dice solo una frase a differenti ritmi. Oh che bello! La potevo ricordare pure io!

C’è inoltre da dire che la cerimonia era fatta proprio dalla gente comune. Infatti chi voleva poteva dire una frase o un pensierino: da quelli timidi che s’impappinavano, a quelli super esaltati che sembravano uscire da un cartone animato giapponese.
Il momento piu’ divertente per me è stato alla fine quando tutti insieme abbiamo urlato per tre volte:
“BANZAI! BANZAI! BAAAANZAI!”
che dovrebbe essere un inno alla felicità: EVVIVA EVVIVA EVVIVA!

Karaoke
Ieri sono pure andato al famoso karaoke giapponese. Tutti chiusi in uno stanzino a stonare a piu’ che non posso. Certo che le canzoni popolari giapponesi assomigliano molto alla nostra musica leggera. A proposito, la vigilia tutti la passano a vedere una specie di Sanremo con la famiglia… meno male che mi sono addormentato prima!

Quando si esce di sera sino a tardi, se non sei motorizzato, ti tocca stare in giro sino alle 5 del mattino, cioè fino a quando partono i primi treni…(beh oppure ti spari una fucilata con il taxi).
Il bello è vedere il contrasto tra chi è piu’ rimbabito fra la gente che si reca al lavoro (già a quell’ora) e chi torna a casa dopo una lunga notte passata tra karaoke, bere, mangiare e chissà che altro..

Dopo il ritorno in Giappone, che mi aspetta?
Per prima cosa cercherò di essere piu’ presente sul Blog, sarà dura ma ci proverò.
Il 9 l’atteso rientro in ufficio, chissà che cosa mi aspetterà. Per fare ciò che mi chiedono loro avrei bisogno di un 2,3 forse 4 (ma anche 5) vite… quindi perché disperarsi?

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in About Japan. Contrassegna il permalink.

9 risposte a Un capodanno in Giappone

  1. Düsseldorfer ha detto:

    Belle cose!
    Allora buon lunedì e facci sapere come va in ufficio! 😀

  2. tiziana ha detto:

    ciao Teo, bentornato alla tua seconda casa!! ti auguro un buon inizio, ed in attesa dei tuoi aneddoti lavorativi (e non!) ti mando un saluto da Roma… a presto

  3. Teo ha detto:

    Grazie Duss e Tiziana! farò del mio meglio!

  4. faggio1968 ha detto:

    Non so chi sei ma mi hanno dato il link del tuo sito…… Be sei un GRANDE………

  5. Senpai ha detto:

    Ma se vengo (se se vengo e basta!) mi fai da cicerone? Quanto mi costi? 🙂 🙂 🙂 🙂

  6. Teo ha detto:

    Faggio non esagerare… nulla di che… cmq ti ringrazio!
    Senpai ti avverto che io come cicerone sono un vero disastro. No so proprio una cippa. Al massimo ti posso portare nei luoghi dove decidi..

    Prima mezza giornata in ufficio… sinceramente mi sento piu’ a disagio di prima, perchè ora in teoria qualcosa dovrei sapere, ma in fin dei conti non so, quanto mi serva qui quello che so… (!?!!) (comincio a straparlare..ahi ahi)

  7. Moana ha detto:

    Hi baby….see you in Roppongi next week

  8. Teo ha detto:

    Che piezz di merd…. se ti becco ti trasformo in Terr2inHospital1

  9. Pingback: Roppongi: la Tokyo notturna « Teo… BANZAI!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...