Equivoco

ok.jpgLe bacchettine (HASHI in giapponese) per mangiare sono veramente utili. Soprattutto quando devi sfogare i tuoi intimi e più repressi sentimenti di primordiale aggressività.

Infatti provate vuoi a sfogarvi con un posata nostrana. Con un coltello o una forchetta al massimo riesci a piegarla e non avrai mai quella bella sensazione di rompere qualcosa tra le mani.
Alla fine, dalle nostre parti, ci vanno sempre di mezzo piatti e bicchieri, che oltre ad un danno economico maggiore, una volta sbriciolati sul pavimento devi utilizzare il tuo prezioso tempo per ripulire.
Una pulizia che può durare anni. Infatti i cocci spesso diventano reperti archeologici che dopo tantissimo tempo vengono ritrovati in qualche punto remoto della stanza (solitamente nel momento di cambiare un mobile o fare un trasloco) .

Ah, il motivo del mio sfogo? Un semplice equivoco. Avevo bisogno di sfogarmi con Hiromi per delle situazioni esterne alla nostra situazione famigliare. Ma purtroppo nel mio concitato sbraitare di parole incomprensibili (anche ad un italiano) ed un gesticolare caratteristico delle nostre parti, ha leggermente frainteso pensando che fossero rivolte a lei e se ne andata lasciandomi di sasso ed interrompendo a metà il mio sfogo.
Come una pentola a pressione che gli si ottura la valvola, ho pensato bene di prendermela con la prima cosa che avevo in mano. Fortunatamente stavo mangiando…

Veramente una scena paradossale! Wood Alen al confronto mi fa un baffo!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Io e Hiromi. Contrassegna il permalink.

15 risposte a Equivoco

  1. Morena ha detto:

    Spero che abbiate chiarito tutto…!!!(^^);

  2. tackutoha ha detto:

    E’ vero, equivoco risolto?
    Dispiace quando di mezzo ci capitano persone che non hanno colpa, soprattutto se sono i nostri affetti più cari.
    Poi a distruggere piatti e sedie (le mie preferite) credo ci sia più gusto, nonostante le cattive conseguenze, non trovi?
    A presto Teo. 🙂

  3. Teo ha detto:

    Ma si certo! e’ stata lei a propormi di scriverlo sul blog! manco ci avevo pensato..

    Caspita tack, sedie?? qui se provo a spaccare una sedia finisco nel bagno del vicino!

  4. dearwanda ha detto:

    Ha ha! Che bello sei tornato!! Ma le bacchette erano di quelle usa e getta o erano quelle del servizio buono??

  5. Düsseldorfer ha detto:

    Finita bene alloraa, belle cose 🙂

    E’ vero che noi italiani abbiamo il vizio di gesticolare e parliamo molto teatralmente. Mi ricordo le prime volte che vivevo in Germania che tutti mi guardavano le mani e cercavano di capire in che momento sarebbe partito il pugno! 😦

  6. Eulinx ha detto:

    Quando sono incavolata parlo molto (in italiano) e gesticolo moltissimo. Anche a Sean capitava di fraintendere, i primi tempi, pensando che il mio sbraitare fosse diretto a lui. Ora mi lascia perdere, secondo me non mi sente nemmeno più!

    Utilissima la bacchetta, in questi casi! Io in genere sbatto le porte, mi piace moltissimo!

  7. Teo ha detto:

    @dear: sono tornato? sul blog?
    vado e vengo.. un periodo un po’ movimentato!
    certo che mi potresti svelare qualche mistero.. hai più esperienza di me nel vivere da queste parti!;-)

    @Duss: si si! è stata lei a fare la foto:-) Certo che quando si arrabbia lei altro che le bacchettine … le mie “braccine” rompe!!!!!!

    @eulinx: si le porte sono sempre la cosa migliore. Ti sfoghi e non fai grandi danni!
    Il nostro gesticolare dev’essere proprio strano agli occhi degli altri…:-))

  8. kendalen ha detto:

    Pensa se la prendeva ancora peggio… e invece di andarsene restava lì… 😛

  9. Sakumi ha detto:

    Io ho buttato giù con un colpo di mano il ventilatore del mio ragazzo… ora fa rumori strani quando lo accendo (il ventilatore naturalmente) 🙂

  10. dearwanda ha detto:

    svelare qualche mistero? che vuoi sapere? Chiedi pure!

    Nella foto mi sembra di scorgere una scatolina del tuo beneamato nattou! Ma era per te o per tua moglie? Lei non ha bisogno di spezzare bacchette, sa’ come punirti quando sgarri…^_^

  11. angioletto79 ha detto:

    meno male che hai chiarito tutto … non oso immaginare la scena … ma in fin dei conti con chi te la sei presa?

  12. Teo ha detto:

    @Ken: miiii… non so dove me le avrebbe ficcate le bacchettine…

    @sakumi: Hiromi me lo ha tirato in testa il ventilatore!:-) ma funziona ancora. probabilmente qui in giappone li progettano anche per questo genere di inconvenienti…conosco bene loro donne…

    @wanda: NATTO! ora non ci separiamo mai! ogni giorno! non ti scappa nulla:-)
    chiederò chiederò!! thanks…

    @angioletto79: con chi me la sono presa? con il mondo!…giapponese…:-)

  13. angioletto79 ha detto:

    ah! ecco perchè tua moglie se è risentita dalla faccenda! 😉

  14. Teo ha detto:

    probabile! ma credi veramente che capiva cosa stessi dicendo?!!!

    🙂

  15. angioletto79 ha detto:

    non lo so!!! sa l’italiano?
    e poi le parolacce bene o mano sono internazionali 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...