Sistema sanitario giapponese

sanita_new.jpgIn Giappone c’è il sistema “dell’ assicurazione” (come in America) per avere assistenza sanitaria. Ci sono due vie per ottenerla: dal governo o sei hai un lavoro dalla tua azienda.

Quella governativa costa di più (circa 85 euro al mese) e la devi pagare se non hai un lavoro(lo so, sembra un contro senso ma è così) se hai dei bambini o una moglie a carico la devi pagare per ogni membro della famiglia.

Quella del lavoro la paga metà la tua azienda (quindi è di circa sui 40 euro al mese) . È un fisso che viene detratto direttamente dal tuo stipendio. Rimane la stessa cifra anche se hai dei bambini o moglie a carico. Hiromi ad esempio può far rientrare anche la mia visto che non ho un lavoro full time.

Come potete notare viene aiutato chi ha un lavoro. Ho chiesto più volte per sicurezza. Il governo non vuole “mantenuti” e non vuole incentivare questa possibilità.
Se non hai lavoro devi pagare di più.
Dicono che il governo ti dia il lavoro, basta che hai la volontà di lavorare. Altrimenti significa che sei ricco e ti puoi permettere di pagare l’assicurazione governativa.

Se sei povero e non hai nulla? (come i senzatetto) nessuno fa nulla per te visto che è una tua decisione.
(terribile ai nostri occhi)

Il medico non viene a casa. Se hai un urgenza devi chiamare l’ambulanza. Non costa tantissimo, dicono 20 o 30 euro circa, ma anche qui ci sono punti di vista differenti, quindi è da verificare. (in america i costi sono esorbitanti)

L’assicurazione ti consente di non pagare spese spropositate per un adeguata assistenza sanitaria. Ma comunque devi SEMPRE pagare.

Guardando con Hiromi la sua busta paga è saltato fuori qualcosa di strano che vorrei fosse verificato meglio. Nell’anno 2005 sembrerebbe che ha pagato 2800 euro di spese per l’assicurazione sanitaria!!!!!!! Da mettere i brividi se fosse vero. Lei dice che quel costo prevede anche l’assicurazione per quando sarà in pensione.
(Devo assolutamente vedermi con il mio amico Shin. Lui è molto preparato su questo genere di argomenti)

Quest’anno Hiromi non ha saltato un solo giorno di lavoro. Da quando lavora in ANA solo una volta è stata a casa (un giorno) per problemi di salute. La cosa simpatica che lo hanno pure scalato dalle sue ferie.

Quest’anno in un’occasione ha avuto bisogno dell’assistenza sanitaria (del dentista). Per il costo totale di 1000 yen (sui 7 euro) e lei ha dovuto pagare “solo” 300 yen (2 euro circa). Quindi il ricarico per l’assicurazione dovrebbe essere stato di circa di 2775 euro… all’immortacci… spero veramente che Hiromi non ha compreso bene le informazioni sulla sua busta paga.

Se sei studente? Quella del capo famiglia mantiene tutti.

Spero di aver dato qualche informazione interessante visto che in rete non c’è nulla o quasi.
E’ possibile che ci siano delle inesattezze. Se qualcuno ha delle informazioni correttive o aggiuntive non esisti a commentare. E’ una questione molto importante da comprende a fondo per noi stranieri che viviamo da queste parti (o anche per chi vuole semplicemente recarsi qui per pochi giorni).

Ps. Visti i vantaggi che ho con i biglietti aerei super scontati di Hiromi, quasi quasi mi conviene prendere l’aereo e venire in Italia per farmi curare!

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in About Japan. Contrassegna il permalink.

12 risposte a Sistema sanitario giapponese

  1. dearwanda ha detto:

    ciao teo. ho visto che mi hai aggiunto ai link. grazie. Mi sembra che io paghi circa 250 euro l’anno, ma non sono assolutamente sicura. Vedro’ di informarmi meglio. La salute e’ una di quelle cose a cui se posso cerco di non pensare!!

  2. Teo ha detto:

    Figurati! grazie a te!

    250 euro? Ma che tipo di visto hai ?

  3. Morena ha detto:

    Grazie delle tue preziose informazioni,potrebbero essermi molto utili in futuro!!!
    Secondo me hai avuto una buona idea:visto che puoi viaggiare a poco prezzo e’ meglio se vieni a curarti in Italia(^_^)

  4. Teo ha detto:

    Sperem siano utili.. cmq chiederò anche ad altri!

    Oggi sono andato al ristorante… (ero in coma) Ho provato a chiedere informazioni sull’assicurazione, solo che non sono riuscito a far capire cosa fosse la parola “assicurazione” …quindi la discussione è stata troncata in partenza 🙂

    Sono proprio un disastro con sto giappo…

  5. Morena ha detto:

    Accidenti,allora era proprio brutta quest’influenza!?
    Non preoccuparti,ci vuole tanto tempo per imparare il giapponese…
    Io in 6 mesi non ho imparato granche’,pero’ non lavoravo.
    Ok,allora se avrai altre news sull’assicurazione facci sapere,ciao!

  6. Teo ha detto:

    Ci sarà tempo per un altro post una volta che avrò informazioni più precise. Per ora accontentiamoci di sapere che il Giappone è considerato il numero 1 al mondo per quanto riguarda il sistema sanitario.

    Super tecnologici? Assolutamente no. Solo per la diagnosi.
    Sono molto vicini ai pazienti. Coinvolgono tantissimo i familiari nel percorso di recupero dalle malattie più difficili. Insomma a quanto pare abbiamo tanto da imparare. C’è l’assicurazione da pagare, ma almeno ti danno il servizio migliore al mondo, diversamente dall’america che è tra i peggiori nonostante ci sia il sistema “dell’assicurazione”.

  7. Düsseldorfer ha detto:

    Devo dire che la cosa mi lascia proprio perplesso!

    …e io che pensavo di pagare una mazzata a livello di ticket ogni volta che c’è esame da fare (raramente per fortuna)!

    Almeno non devi aspettare mesi per una visita …o si?

  8. Teo ha detto:

    Massima efficienza! come ho scritto sopra è definito il miglior sistema sanitario al mondo.

    Ma il nostro dottore di famiglia è insostituibile! (per chi ha la fortuna di averlo bravo)

  9. Stephi ha detto:

    Ciao…vedo che questo post è vecchio ormai, pero’ volevo dire che io dovro’ pagare circa 100 euro l’anno e ho il visto College Student…sara’ veramente cosi?
    Chissa…
    Comunque ti poteva andare in peggio..da noi in Svizzera si pagano 300 franchi al mese a persona XD
    Bellissimo blog complimenti!
    Stephi

  10. Pingback: Operazione al piede (in Italia) « Teo… BANZAI!

  11. Pingback: Ammalarsi in Giappone « Teo… BANZAI!

  12. stefania ha detto:

    Ciao scusa disturbo ma nella ricerca sul web solo da te ho avuto qualche info su Giappone…in particolare ho questo problema da sottoporti un mio caro amico si è. Rotto tibia e perone a Tokio e non ha assicurazione sanitaria…gli hanno suggerito di operarsi ma costo solo operazione sui 3000 euro…perché se rientrasse rischierebbe troppo..ovviamente lui è un insegnante precario in Italia..secondo te che alternative ha…tramite l ambasciata italiana può essere aiutato o unica alternativa é aprire un finanziamento?in attesa di risposta ..ti saluto ciao da ste un amica preoccupata

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...