Colloquio con una società indiana


japanokinawanago.gifDovevo cambiare lavoro, il ristorante era una sistemazione provvisoria, così con l’aiuto di Hiromi mi accingevo a fare i primi colloqui seri (si fa molto per dire…)

Tutto è iniziato ieri quando siamo andati al centro di reclutamento per stranieri disperati in cerca di lavoro.
A dire il vero l’unico disperato ero io visto che non capivo una mazza di quello che dicevano! Naturalmente c’era del personale che parlava inglese addetto ai “disperati” come me, anche se la prima cosa che mi sono sentito dire è stata:” difficile trovare un lavoro nel tuo settore senza una buona conoscenza del giapponese, meglio un ristorante.” Grazie ma già ci lavoro!

Quindi chiedo gentilmente se ci potevano essere delle possibilità in qualche azienda straniera, ed ancora “ohh chotto muzukashi desune” (è un po’ difficile). Alla fine dopo avermi dato dei buoni consigli come ad esempio di andare a lavorare in un RISTORANTE ITALIANO, si decidono a fare un ricerca e quindi chiamano due aziende.
La prima da buca, certo con la tipa che continua ad insistere “non PARLA GIAPPONESE, LUI NON PARLA UN CAVOLO DI GIAPPONESE” sarebbe stata dura per chiunque.
La seconda nonostante la signorina abbia ripetuto 2.000 volte che non parlavo giapponese hanno deciso di vedermi.

Corriamo subito a casa per preparare il curriculum bilingue, i vestiti e tutto il resto. Un disastro, ma alla fine alle 2 di notte concludiamo tutto (ed Hiromi si è dovuta svegliare alle 4 per andare a lavorare. Solo 2 ore di sonno! che è un robot?).
In giappone per i colloqui tutto dev’essere preparato alla perfezione non puoi sgarrare nulla, ogni particolare è fondamentale! (per una azienda giapponese.. ma questa è Indiana! va boh.. ascoltiamo la mogliettina)
Il giorno dopo (oggi) mi vesto (non vi dico i numeri per mettere la cravatta…) e parto tutto tiratissimo per l’intricatissima rete ferroviarie che c’è in centro e dopo un’ora e mezza arrivo a destinazione!

Beh l’ufficio praticamente non esisteva era un ammasso di cartoni, effettivamente stavano traslocando, ma la perfezione dov’è? Comunque ho commesso il primo errore (gravissimo), non avevo il biglietto da visita. In Giappone è importantissimo il biglietto da visita, è una grande scortesia negli incontri d’affari non averlo per poterlo scambiare. Il bello che lo sapevo! Poi sto tizio inizia a parlare a raffica in inglese (raffica per me..), avevo la stessa espressione di benigni nel mostro quando va a fare il test di cinese.
Mi stava semplicemente avvertendo che stavano traslocando.. BELL’INIZIO!
In India l’ingelse è la lingua principale, non so se è nativa ma è quella che usano normalmente. (per questo sono sempre più convinto che gli Indiani saranno la vera potenza economica emergente, vendono la tecnologia pure al Giappone che dire di più! altro che Cina..)

Il curriculum bilingue è stato azzeccato e diciamo che ha pareggiato la mancanza del biglietto da visita. Infatti c’era l’assistente giapponese che sembrava apprezzare..
Il colloquio successivamente è andato meglio, cercavo di parlare il più possibile per non permetterli di far domande incomprensibili.
Alla fine è arrivata una proposta allettante: andare a lavorare come tecnico ad Okinawa…OKINAWA!! SOLE, MARE E GENTE TROPPO SIMPATICA!! Ma minimo 2 anni permanenza.
Caspita… che faccio?
Credo che non posso piantare Hiromi qui a Tokyo da sola, dopo che sono appena arrivato.
Una settimana per pensare e tanto dipenderà da quanto mi danno, anzi quanto chiedo? Secondo voi? Mah…
Non mi sono sistemato ancora qui ed è già il caso di mollare tutto ed iniziare un’altra vita!?! Okinawa è in mezzo al pacifico (bellissimo), ma devo cercare una nuova casa trovare nuove situazioni, insomma non è così semplice.
MUZUKASHI DESU!!!!!! (difficile)…
Aspetto consigli…..

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in I più divertenti. Contrassegna il permalink.

21 risposte a Colloquio con una società indiana

  1. omarameo ha detto:

    Mamma mia Teo!
    Se chiedi un consiglio a me ti risponderei di restare accanto alla tua mogliettina (come io sto cercando di trovare un lavoro che mi consenta (mi consenta? Brrrr sembro PierSilvio) di restare accanto alla mia compagna), altrimenti che sei andato a fare a Tokyo se poi devi star lontano da Hiromi???
    E questo è il ragionamento col cuore!

    Ma tu cosa mi hai detto pochi giorni fa?
    Che la cosa più importante è investire sulla propria persona, che devo prendermi assolutamente una casa a Milano!
    E io cosa ho fatto? Ho iniziato a non scartare più le ipotesi Cinisello Balsamo, Cernusco, ecc…
    I soldi?
    Mi hai detto che all’inizio non è importante quanto prendi, anche a costo di andare a pari tra spese e stipendio bisogna accettare tutto!
    E io cosa ho fatto?
    Ho iniziato a non scartare più proposte di contratti a progetto di 6 mesi, stage, ecc…
    Risultato?
    Oggi vado a fare un colloquio a Milano, e domani un altro!
    Non ho ancora concluso niente però almeno ho 2 possibilità in più da giocarmi!

    Quindi che vuoi che ti dica????
    Mi dici che Okinawa è spettacolare (e l’ambiente e il posto in cui si lavora Dio solo sa quanto conta!), che lavoreresti con degli indiani (basta che non usino le frecce!), quindi doppia possibilità di perfezionare l’inglese e il giapponese, senza la spada di Damocle di dover sapere un giapponese perfetto!

    Insomma, sulla base delle informazioni che hai messo in questo topic, e conoscendo come ragiona il tuo cervello (beh, una parte del tuo cervello…) direi che dovresti accettare.
    Poi se ci sono altre cose che non hai scritto che ti fanno titubare, allora vedi tu!

  2. Anonymous ha detto:

    Ciao Teo,
    il mio consiglio è quello di tornare da noi….da quando sei partito non ho nessuno con cui fare delle belle litigate…..scherzo rimani dal tuo amore….mi sfogherò con qualche altro essere.
    Un bacione.
    Popona

  3. Mimì ha detto:

    Ciaoooo! Sono arrivata anch’io…
    Ma quanto è divertente il tuo “diario di bordo”? Mi faccio tante di quelle risate!! Caspita…dev’esser proprio movimentata la tua vita lì in Giappone! Siceramente non saprei cosa consigliarti..dovresti valutare un pò di cose..lavorare in quel paradiso terrestre, facendo il “tuo” lavoro ma lontano dalla tua dolce metà.. o rimanere a casa insieme a lei e continuare il lavoro al ristorante,almeno per ora? (non sai come mi piaceebbe vederti all’opera!!). Dura scelta…
    Certo che lasciarsi scappare quest’opportunità di lavoro…

  4. Anonymous ha detto:

    essere o non essere…andare o non andare…se vado poi non mi pentirò di non essere restato? Se resto poi non mi pentirò di non essere andato? Partire tornare…gioire soffrire…ma chi CHI me l’ha fatto fare?

  5. Teo ha detto:

    WAU!!
    grazie ragazzi!
    adesso vado al ristorante, mi sono appena svegliato e sono in ritardissimo!!! stasera vi risponderò!
    Decisione difficile certo che ho appena fatto un salto mortale, farne un altro dopo poco più di un mese è un po’ da pazzoidi! Sono a Tokyo se mi metto ad imparare sto giappo bene (aver il tempo) le occasioni certo non mancano. Continuo a dire a quei stacanovisti del risorante che il lavoro non è tutto nella vita però… meditiamo meditiamo…

  6. Teo ha detto:

    x omar: certo ora tu devi investire sulla tua persona, giustissimo!
    Io devo investire nel rapporto con la mia mogliettina, questo era ed è il mio obiettivo quando ho deciso di venire qui!
    Tu ora devi andare a tutta birra con il lavoro visto che con la tua dolce metà hai avuto la possibilità di starci insieme a lungo!!!! Un po’ di lontananza puo’ farvi solo bene!
    Forza!!!

  7. omarameo ha detto:

    E allora Teo, se ci dici così, la risposta ce l’hai già, ed è venuta dal tuo cuore.
    Quindi è giusto che tu resti accanto ad Hiromi; se la tua priorità è quella la proposta di Okinawa è inaccettabile!!!!

  8. Giò ha detto:

    Okinawa!? e ci pensi anche? tanto la cazzata l’hai già fatta cosa aspetti a partire? ma sai le gnocche che ti becchi in quel posto… a già ma tu sei sposato… e allora!?
    ricorda che l’amore non dura x sempre…

    divertiti
    ciaoooo
    ;o)

  9. Teo ha detto:

    vi ringrazio ancora tutti!
    anche se devo iniziare a censurare un po’:-))) (vedi ultimo messaggio)
    a parte gli scherzi, cercherò di prendere la decisione più saggia ho ancora tempo e per ora è meglio non pensare troppo. aspetto che rientra hiromi e poi si vedrà (se sarò ancora vivo… 4 colpi di karate e con il cavolo vado ad okinawa!!)

    E non vi preoccupate prima o poi il rompiballe tornerà a scassare.. riposatevi sino a quando potete!
    vi voglio bene a tutti e messaggiate messaggiate quando avete tempo!
    GRAZIESSSSSS

  10. Anonymous ha detto:

    ma di che salto mortale stai parlando? L’unica cosa che si che mi viene in mente è la camera mortuaria in cui verrai messo… se scegli di partire. Sicuramente saranno all’avanguardia. Peccato che tu non te ne accorgerai…..

    ciao scemo

  11. wawawuma ha detto:

    non sono beppe……
    non sono a roma…..
    sei fuoristrada…..
    e vai a fare la pizza!
    è meglio….
    ciao ciao

  12. Teo ha detto:

    MMMMM…
    Ma chi cavolo sei?
    Indizzi?
    Luino? autosoft?
    mmmm…
    Ilario?!

  13. alydellalibertà ha detto:

    va dove ti porta il corason

  14. Max ha detto:

    Ciao mostro del Giappone. Anche io faccio il mio debutto nel tuo blog. Mentre il Milan, per la dura legge del gol, dupo aver dominato, si è beccato la sua bella pera dal Barcellona. In effetti però più che chiedere a noi, dovresti chiedere alla tua signora. Anche se tu, come dice Omar, sembra che hai già scelto. Sarebbe forse più indicato un lavoro in cui richiedono disponibilità a trasferte più che ad un trasferimento. Anche perchè anche lei spesso non è a casa. In effetti però bella occasione, ma bisogna anche saper dire no. Per quanto forse ci voglia più tempo per andare a Cinisello in treno che a Okinawa in aereo, le due cose non si possono molto paragonare.

  15. Anonymous ha detto:

    Oki che????….Be io non faccio testo….io ti direi di fare il pendolare per due anni e approfittare della bella vita per evitare bruschi cambiamenti di stile di vita…se sei felice te fai vivere felice anche chi ti sta accanto e poi, la moglie non è sempre in viaggio?…fine settimana insieme..
    Gabriele

  16. Teo ha detto:

    Dani (aly), Max e gambri! benvenuti!!
    che bella sorpresa!!!
    OT.Il milan non ha prorprio dominato e cmq sarebbe stato peggio vincere e andare la a far un figura di merxa difendendosi e prendendo 3 pere….

    Per ritornare ad okinawa… Gabri è un isola in mezzo al pacifico al sud del giappone, + o – la stessa distanza che c’è tra milano (tokyo) e la tunisia (okinawa) per intederci.. ed hiromi raramente è a casa il week-end…
    Non è facile, certo se avessi accettato di venire a lavorare (elemec) con te a quest’ora non avrei grossi problemi di occupazione visto che di richieste di quel tipo non ce ne sono una marea… cmq sto scrivendo una lettera dove espongo più che altro problemi economici(come dover prendere una nuova casa), se mi vengono incontro non si sa mai…

  17. Teo ha detto:

    Riporto anche la mail di Marcello Cicchillo. Lui sta ritornando a Luino! Divertente la storia del marocchino (e ora hanno pure scoperto che lavora da Luca!) che è scappato in marocco:-)
    Ringrazio tanto anche lui per i consigli!

    Risondendoti ti dico che certamente significa separarmi da Hiromi. Beh abbiamo anche i biglietti gratis per viaggiare in aereo ma la distanza non è così piccolina.. solo di aereo sono 4 ore…

    Ecco la mail:


    Ciao Matte!

    scusa il ritardo, ma siamo incasinati con il trasloco: Fabrizio si era dimenticato di far imbiancare l’appartamento lasciato dal marocchino che lavorava con Luca Bonafede che era scappato in Marocco. Concio da buttar via. Cio’ nonostante abbiamo dovuto entrarci con la mobilia e adesso ci tocca farlo imbiancare gia ammobiliato. Che gran casino!

    Una domanda: ma andare ad OKINAWA significa separarti da HIROMI??????????

    Se si, allora non te lo sconsiglio: te lo vieto!!!!!!!!!!!!!!

    Non avrebbe senso. Tanto vale restare in Italia e vedersi sporadicamente………….

    Io credo che sei sulla buona strada per imparare bene il giappa e trovare una soddisfacente sistemazione professionale per VIVERE LA VITA INSIEME a quella stupenda persona (e non mi riferisco all’estetica) che hai sposato………..

    non c’è stipendio che tenga, a meno che lei non possa venire a vivere con te li nel pacifico!

    su questo non devi avere dubbi.
    stop!

    ciao
    marcello

  18. Anonymous ha detto:

    ma perchè Luca Bonafede concio da buttar via è scappato in Marocco?

  19. Teo ha detto:

    Scappato con il marocchino? Non so, misteri della FEDE (ma non so se è bona come fede)…

  20. Ilario ha detto:

    L’inglese non è la lingua principale dell’India, ma tutti la conoscono e la parlano perché l’Hindi (lingua ufficiale) non è molto apprezzata.

  21. Teo ha detto:

    Ottimo! grazie per la delucidazione!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...