Casa dolce casa… dove sei?

Era arrivato il momento di cambiare casa. Dove abitava Hiromi era un appartamento davvero piccolo, anche se pieno di ricordi. E così ci recavamo nelle agenzie alla ricerca di una nuova sistemazione.

Dobbiamo cambiare casa. Effettivamente questa risulta essere troppo piccola per la vita di due persone. E’ come essere sul pianetino del piccolo principe, solo che invece di una rosa che parla ho una moglie che mena! Non si può aver tutto dalla vita.

Il nostro dilemma è…dove?!!
Lo so che Tokyo non è piccina come città, ma non è così semplice, oltretutto Hiromi deve stare in una posizione concessa dalla sua compagnia aerea. Questo è necessario per il rimborso spese che viene fornito per arrivare in aeroporto.

Stiamo andando a vedere alcune case e le disavventure naturalmente non mancano.
Attualmente paghiamo (paghiamo? chi? ok ok, paga…) sui 70.000 yen per abitare in un monolocale (monolocalinooooooinoinoino) e la mia idea è quella di avere almeno due stanze. Pensavo che 120.000 yen (sui 900 euro) potevano bastare, pensavo…

La prima casa che abbiamo visto non era malaccio ma si trovava in luogo tetro (a dir poco).
perché siamo in Giappone (delinquenza zero se paragonata alla nostra) altrimenti era il posto ideale per violentatorirapinatorimangiapaneatradimento. Comunque intorno alla casa, a pochi centimetri, c`erano situati ben tre palazzi enormi che ti impedivano ogni sorta di contatto visivo con gli amici sole e cielo.

La seconda casa si trovava in una bella zona! Anche il palazzo molto bello! Solo che probabilmente nell’appartamento era passata una mandria di elefanti inferociti. Un vero disastro!

La terza casa aveva ben 3 stanze ad un costo inferiore, ma a quel punto ero consapevole che ci sarebbe stata una bella sorpresa. Infatti la casa era bella, grande e spaziosa solo che ad un metro (e non è un eufemismo) passavano ben 4 linee ferroviarie più lo shinkansen (treno superveloce e a dire il vero molto silenzioso). Dislocate SU BEN 3 PIANI!!!!! Almeno non ti accorgevi dei terremoti.

Cambiare casa in Giappone non è uno scherzo. Solo per entrare devi dare 4 mesi in anticipo… mmm… diciamo che devi REGALARE 4 mesi di affitto al padrone di casa, 2 a fondo perso e altri 2 come caparra che con la pignoleria giapponese mai ti verrà restituita. Quindi su una casa da 1.000 euro ne devi dare subito 4.000 + il primo mese d’affitto. Sinceramente non so come funzionano le cose da noi, magari a Milano è anche peggio ma non è certo un bel sistema. Cosa fa uno studente che deve recarsi a Tokyo per studiare?! Va a vivere sotto i ponti con i barboni che sono attrezzatissimi con tende super accessoriate! Solo che se c’è qualche manifestazione i poveri barboni devono alzare i tacchi perché non è bello per l’immagine giapponese. (per i mondiali del 2002 tutti i barboni sono stati cacciati dalle città che ospitavano le partite).
Ed è crisi anche qui visto che i senzatetto stanno aumentando.

Testimonianze
By socio:
Io opterei per la casa vicino ai binari, metti che un giorno sei in ritardo, apri la finestra e pigli il treno al volo. Senza contare che un famoso detto giapponese dice “Se abiti vicino al treno, l’affitto ti costa meno”

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in I più divertenti, Io e Hiromi. Contrassegna il permalink.

7 risposte a Casa dolce casa… dove sei?

  1. Anonymous ha detto:

    barboni con tende super accessoriate? Bisogna dirlo a Prodi!Lui si è limitato a offire un panino e un pò di latte a BEN 20 e dico 20 barboni la notte della sua vittoria, e loro lo hanno pure ringraziato.

  2. Teo ha detto:

    ma dai.. che buon uomo.. certo che se realmente mortadella due giorni fa è andato dal notaio per approfittare delle agevolazioni berlusconiane mi fa venire voglia di restare qui ancora un pochino….

  3. il socio ha detto:

    Io opterei per la casa vicino ai binari, metti che un giorno sei in ritardo, apri la finestra e pigli il treno al volo. Senza contare che un famoso detto giapponese dice “Se abiti vicino al treno, l’affitto ti costa meno”

  4. Mimì ha detto:

    Ha ragione il tuo socio! W la casa vicino ai binari!!! Poi per te che sei un ritardatario nato è l’ideale!

  5. Teo ha detto:

    raga c’è anche il rovescio della medaglia, visto che se qualcuno si incaxxa in mezzo a binari ci finisco io!

  6. aly ha detto:

    due cuori e una tendina…

  7. Pingback: Finalmente CASA, ma quanto costi! « Teo… BANZAI!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...